Fresko*: “Chiedo perdono per i miei peccati”

Fresko* è rimasto congelato

Scusate, è stato un periodo difficile: Trump, Post-Referendum, Post-verità, il Papa. Siamo stati investiti da una tormenta ghiacciata di news. Ma la pausa di fresko* è dovuta proprio al Sommo Pontefice. Si è appena conclusa una trattativa tra questo blog e la Santa Sede. Non parleremo dei segreti scoperti circa Sua Santità, “sia fatta la Sua volontà Padre” ha detto fresko*. Ma qualche notizia sconcertante con il colletto bianco la pubblichiamo.

music-david-bowie-the-next-day-screenshot

Parroco a caccia di prostitute. Scoperto si difende: “Al massimo mi confesso”

Il prete, beccato in un night club con abito talare da un giornalista, ha subito giustificato: “Poi mi confesso”. Un don della Pianura Padana in abito sacerdotale, è stato ripreso in due locali a luci rosse dove suole appartarsi con le spogliarelliste. Abitudini sessuali che non nasconde. Alla domanda del giornalista di La7 “E se qualcuno la riconosce?”, chiede il reporter. “Li ricatto. Sono tutti fidanzati e sposati quelli che vengono qui”, afferma il sacerdote. L’uomo sembra prendere molto alla leggera le implicazioni morali di queste sue abitudini: “Faccio peccato? Poi mi confesso”. DON PAPPONE

prete-pedofilo-600x264

Mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa

Droga e abusi di minore. Un uomo di 38 anni,  già pastore presso la Chiesa Cristiana Evangelica del movimento “Nuova Pentecoste” di Belpasso, è stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale con le aggravanti di aver usato sostanze narcotiche o stupefacenti per vincere la resistenza delle vittime. Nell’agosto 2016, nei pressi di un campo sportivo del paese siculo, il pastore avrebbe abusato sessualmente un minore dopo aver fatto bere al giovane un drink contenete della droga che l’ha stordito. Inoltre l’uomo avrebbe sollecitato l’eccitazione erotica del giovane facendogli vedere alcuni filmati pornografici con il pc, per poi consumare con il medesimo atti sessuali consistiti in masturbazione e sesso orale. Analoghi fatti si sarebbero verificati anche nel 2015. Con analoghe modalità l’indagato avrebbe abusato anche di altri minori. DROGA, SESSO, PORNO: LA TRINITA’ CAPOVOLTA

matrimonio-las-vegas-bacio

“Sposo chi mi pare”. La Las Vegas dei matrimoni facili passa per la Campania

“C’è un finto prete che celebra matrimoni non validi, anche tra gay!” don Patriciello, sacerdote della Terra dei Fuochi, s’incendia. Accusa il collega della Chiesa Ecumenica, don Ferrara, il quale smisterebbe con tanta facilità il sacramento. La replica è stata: “Il sacerdozio non è proprietà di nessuna Chiesa, ma è dono di Dio alla Chiesa universale”.
Non è uno scontro su Twitter, ma una battaglia di omelie. Ogni domenica, una replica: “Non è giusto ingannare le coppie” ha ribadito don Patriciello.
“L’omosessualità non è peccato” ha rafforzato la sua posizione don Ferrara, che non esita a celebrare qualsiasi tipo di unione, perché “siamo tutti figli di Dio: dalla formica all’ultima persona che abbia mai poggiato piede su questa terra. L’omosessualità non è peccato, mentre l’odio lo è, e lo è anche dichiarare abominio verso Dio questi amori che nascono naturalmente” precisa.

La domenica successiva dall’altare: “C’è un impostore che mina la salubrità coniugale”, tuona don Maurizio Patriciello. E la querelle continua su Pomeriggio 5 dalla Barbarona nazionale. CASERTA THE NEW LAS VEGAS

prete-pedofilo-600x264

Annunci

Mai più coito interrotto. Tra piante esotiche e sperma di ariete, l’alternativa maschile della pillola contraccettiva

Chi l’ha detto che la pillola è per forza donna

Una compressa contraccettiva maschile non è più fantascienza. Le case farmaceutiche stanno studiando da anni metodi che possano sostituire il non sempre gradito profilattico o l’invasiva vasectomia.

No, il coito interrotto non è la soluzione

La scienza va incontro agli uomini che, pur di non mettere il cappuccio, minimizzano il rischio di una gravidanza indesiderata applicando il cosiddetto “salto del coniglio”. In un futuro non molto lontano gli uomini potranno assumere non solo la celebre pillola blu, ma anche quella in versione “rosa”.

Anche la vasectomia sarà un ricordo lontano

Benché la ricerca sulla contraccezione maschile non riscuota grande successo, tre studi scientifici sono già arrivati alla sperimentazione umana e altri sono a un livello particolarmente avanzato. Fresko* vi anticipa le innovazioni che tra qualche tempo potremmo trovare sul mercato. 

Continua a leggere

Bomba di mercato. Renzi potrebbe entrare nell’entourage dell’Inter. Freskoop!

Una vigilia della madonna!

Il Presidente Sergio Mattarella, ha ricevuto il 7 dicembre in serata al Quirinale il Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Concluso l’iter parlamentare di approvazione della legge di bilancio, ha rassegnato le dimissioni del Governo da lui presieduto.

Mattarella fa volare il business del caffè arabica. Ne ha offerto così tanto l’8 dicembre…

L’immacolata consultazione. Partono, il giorno della madonna alle 18:00, le consultazioni al Colle. Si parte dai presidenti di Senato e Camera Pietro Grasso e Laura Boldrini e dal presidente emerito Giorgio Napolitano. Le consultazioni saranno chiuse sabato con Forza Italia, M5s e Pd.

img_6964

Arriva per Renzi una proposta da San Siro

I nerazzurri come il presidente del Consiglio non attraversano un periodo positivo. L’ultimo allenatore arrivato, Stefano Pioli, non è riuscito a far meglio dei predecessori. Ci sarebbe Simeone, il quale ha espresso la sua stima per la società di Via Durini. A smorzare gli entusiasmi però c’è l’ingaggio del Cholo, pari a quello di un top player, che si andrebbe a sommare a quello dei suoi colleghi esonerati.

Ed è qui che entra in gioco Matteo Renzi!

In collaborazione con Calcio&Gabbana vi proponiamo i 10 motivi per cui l’ex-premier sarebbe il profilo ideale per la prestigiosa panchina nerazzurra

  1. È un leader più carismatico di Mancini, De Boer, Vecchi e Pioli messi insieme
  2. Il quesito proposto per la scheda della riforma costituzionale era più comprensibile degli schemi di De Boer
  3. Pinotti è un ministro della Difesa più affidabile di Ranocchia
  4. Parla inglese e (soprattutto) l’italiano meglio di Frank De Boer
  5. Ha buoni rapporti con l’Europa, l’Inter no
  6. Potrebbe continuare a giocare il derby contro Berlusconi e Salvini
  7. Il suo discorso dopo la débacle del Referendum è stato molto più convincente di quelli degli allenatori dell’Inter nel post-partita
  8. In una società incasinata come quella nerazzurra, tra Thoir, Zhang, Moratti e Zanetti, non si capisce più nulla. Gli allenatori ne risentono. Per questo serve l’uomo solo al comando. Una specie di Mourinho, un Renzinho
  9. È giovane ma ha già fatto tanta esperienza. Il suo governo è durato 1017 giorni. Nello stesso tempo l’Inter ha cambiato 5 allenatori
  10. Forse Renzi non sa dire correttamente “Coca Cola con la cannuccia corta”, ma sarebbe comunque meglio di “Fozza Inda”

Referendum mutilato. Il diritto di voto negato ai fuori sede (Esclusiva di fresko*)

Milano, per il Referendum del 4 dicembre 57.600 studenti fuori sede costretti ad aggirare gli ostacoli legislativi: devono chiedere a una forza politica di iscriverli in seggio come rappresentanti di lista o rientrare a casa a proprie spese. Ma buona parte di loro non voterà

Un aereo Milano-Palermo, anzi due considerando il volo di ritorno. Con un po’ di fortuna geografica bastano un paio di treni. Alitalia, attraverso il call center a pagamento o agenzie viaggio, applica uno sconto di 40 euro sui biglietti a prezzo pieno. Italo e Trenitalia, solamente su alcune tipologie di convoglio, offrono uno sconto del 60% circa. Ma non è così facile trovare una soluzione adeguata. L’esodo degli studenti fuori sede che desiderano votare è un percorso ad ostacoli. Il rammarico degli studenti fuori sede che vorrebbero votare ma non possono, per ragioni economiche o logistiche, è un percorso che lede il diritto di voto.

I dati ufficiali del ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca raccontano di 248.351 studenti andati via dalla propria regione per immatricolarsi. La maggior parte dei fuori sede lascia Puglia e Sicilia. Ad attrarre le matricole migranti, invece, sono principalmente gli atenei di Lombardia, Emilia Romagna e Lazio.

voto_rappresentanti

Continua a leggere

Il vostro sogno erotico potrebbe realizzarsi l’8 novembre

Mentre in Italia la campagna referendaria coinvolge addirittura alcuni rappresentanti della tribù Masai del Kenya, fotografati accanto a un manifesto del ““, negli Stati Uniti la politica assume sfumature hard. Non dure come la Clinton che spaventa Trump, il quale nell’ultimo dibattito in TV le ha detto: <<sei una donna cattiva>>, alla maniera di un bambino intimorito dalla strega malvagia delle favole. Hard come hot, come porno. Già, ieri si è aperta una pagina di pornopolitica e la protagonista è la popstar Madonna, da sempre schierata, insieme a molti vip americani, con la Clinton. Si riporta in traduzione letterale (vade retro puritani) ciò che Madonna ha dichiarato sul palco: <<Se votate per Hillary vi farò un pompino e giuro su Dio, sono brava! Lo faccio lentamente e adoro il contatto visivo. Alla fine ingoio!>>. Forse è un voto di scambio per cui vale la pena sostenere i democratici. Madonna, we want you!

Il video della conversione da popstar a pornostar della santissima Madonna del Madison Square

Tgcom24 -> Sesso orale promesso sul palco

Se preferite i Masai a Madonna

masai-del-kenya-per-il-comitato-del-si