#JeSuisIkea

Trump, l’attentato in Svezia e gli immigrati

Il nuovo presidente statunitense è al centro di una polemica che riguarda il fact-checking, la Svezia e un attentato nel Paese che, in realtà, non è mai avvenuto. Sabato 18 febbraio Donald Trump ha tenuto un comizio a Melbourne, Florida, difendendo la propria politica di chiusura delle frontiere ai migranti. A un certo ha dichiarato: “Guardate quello che è successo l’altra notte in Svezia. La Svezia! Ci avreste mai creduto? La Svezia. Ne hanno presi molti di migranti. Ora stanno avendo problemi come non avrebbero mai immaginato”. Dopo la sua affermazione, che sembrava alludere a un attentato o comunque a un evento specifico avvenuto in Svezia nei giorni precedenti, i mass media di tutto il mondo si sono a lungo interrogati su cosa stesse facendo riferimento. Non ci sono infatti stati attentati nel Paese scandinavo negli ultimi anni. L’ultimo attentato terroristico risale al 2010, quando un cittadino svedese di origini irachene si fece saltare in aria a Stoccolma, causando solo la propria morte. Un evento oltretutto precedente all’attuale crisi migratoria, cominciata con le guerre in Siria e Libia (2011).

194503267-7acaa53c-a818-4df9-b7c3-86cb1c8fcfc5

Continua a leggere

Annunci

Le 12 persone che rovineranno il 2017. L’ apostolo del male numero 3 è Michael Flynn

Mentre tutti si aspettano di leggere i soliti Trump, Putin…

Fresko* vi sorprenderà: in questa lista non troverete né il presidente zarista Vladimir Putin né il presidente sultano Recep Tayyip Erdogan. Tantomeno il cementificatore Donald Trump. Perché sarebbe scontato dirvi che Theresa May, il primo ministro britannico, spingerà verso una hard Brexit e che la leader del Fronte Nazionale Marine Le Pen rischia di mettere sotto scacco l’europeismo francese. C’è qualche nome meno noto ma ugualmente pericoloso per il nostro 2017.

leonardo_da_vinci_-_the_last_supper_high_res

I 12 APOSTOLI DEL MALE

1. TABLOID BRITANNICI 🇬🇧 🗞 

2. I BOSS DEL CALCIO CINESE ⚽️ 🇨🇳 

3. MICHAEL FLYNN 🇺🇸 💣

L’ex tenente generale americano, ormai in pensione, Michael Flynn, è stato scelto dal presidente eletto Donald Trump come consigliere per la sicurezza nazionale. Se esiste una persona capace di incarnare lo stereotipo dell’americano tanti dollari e cibo spazzatura, l’americano secondo il cliché europeo per intenderci, è proprio Flynn: un uomo così politicamente scorretto che posto al lato del suo capo Trump lo fa sembrare più docile di un boy scout.

45bf0247c3126e06c7a43a911b900a64

Flynn sostiene fortemente l’idea che gli Stati Uniti siano in conflitto perenne con un’ “alleanza nemica”, comprendente Corea del Nord 🇰🇵, Cina 🇨🇳, Siria 🇸🇾, Cuba 🇨🇺, Bolivia 🇧🇴, Venezuela 🇻🇪 e Nicaragua 🇳🇮. Ha anche stretti legami con Putin e la rete televisiva RT controllata dal Cremlino. La cosa più allarmante per l’Europa in un momento di tensione per il terrorismo islamico, sono le sue continue dichiarazioni pubbliche roventi sui musulmani: una volta in un tweet ha detto: “Avere paura dei musulmani è razionale”.

La prossima volta che ci sarà un attentato islamico in Francia, Germania o Italia davvero avremo bisogno di un consigliere della Casa Bianca che non fa altro che aumentare l’attrito verso tutto ciò che non è “occidentale”?

Ci vediamo domani, stessa ora, per il 4° apostolo del male di questo 2017! Stay cold, stay Fresko*